libro


 9788855010757.jpg

FRANCO RESSICO

 

CARLO CADORNA (1809-1891)
UNO STATISTA DEL RISORGIMENTO
CON E OLTRE CAVOUR

Prefazione di Aldo A. Mola

COLLANA: De Monàrchia
F.to 17x24, pp. 288, Euro 18,00
(Ed. 11/2020) Cod. ISBN 978-88-5501-075-7

 

IL TESTO E L’AUTORE

  La figura di Carlo Cadorna (1809-1891) percorre tutta la vicenda risorgimentale, ed è strettamente connessa con la storia dell’unità d’Italia. Fratello del più noto generale Raffaele, l’uomo di Porta Pia, ha avuto un ruolo maggiore sul piano politico e diplomatico. Eletto giovanissimo nel primo Parlamento subalpino e riconfermato deputato per sei legislature, e poi senatore, fu Ministro nel Gabinetto Gioberti-Chiodo e Ministro al campo durante la battaglia di Novara; alla vigilia della seconda guerra di Indipendenza fu chiamato per il dicastero della P.I. nel Grande Ministero Cavour, e anni dopo agli Interni nel 2° Menabrea; dopo la missione come ambasciatore a Londra, durante il delicato periodo della guerra franco-prussiana e la presa di Roma, per sedici anni ricoprì l’incarico di Presidente del Consiglio di Stato, venendo ad esercitare una funzione moderatrice e quasi di indirizzo per il Parlamento e all’azione dei Governi. Sinceramente cattolico nella vita privata e liberale in politica, per la profonda preparazione giuridica e dirittura morale gli furono affidati i progetti di legge per le riforme amministrative dello Stato e le delicate questioni legate ai rapporti con la Chiesa e al potere temporale del papato, che trattò da stimato interprete della formula cavouriana “Libera Chiesa in Libero Stato”, risultando uno dei più importanti ispiratori della politica ecclesiastica dello Stato liberale.

 

  FRANCO RESSICO (n. 1930) dopo gli studi classici ha insegnato lettere nel Ginnasio-Liceo dell’Istituto Santa Maria di Verbania, interessandosi nel contempo di storia locale, per la quale, oltre ad articoli pubblicati sulla stampa del territorio, si è impegnato a sensibilizzare i propri studenti e generazioni di giovani che negli anni ha avvicinato in un servizio educativo mirato alla maturazione umana, all’impegno civile e alla solidarietà.

RECENSIONI

bullet1 Editoriale di Aldo A. Mola su “Il Giornale del Piemonte” del 10/01/2021