Fresu cop72dpi

Emanuela Locci

LA MASSONERIA
NEL MEDITERRANEO

EGITTO, TUNISIA E MALTA

F.to 17x24 pp. 164, Euro 15,00
(Ed. 03/2014) Cod. ISBN 978-88-98457-26-7

 

IL TESTO E L’AUTRICE

  Proseguendo le proprie ricerche sulla presenza della massoneria sulla sponda meridionale del Mare nostrum, Emanuela Locci traccia in questo libro un’interessante storia sulle presenze liberomuratorie in Egitto, Tunisia e Malta. La lettura di questo interessante studio, ci fornisce non solo importanti notizie sulla presenza massonica nei tre paesi esaminati ma consente anche, attraverso l’analisi delle relazioni tra le logge all’obbedienza di organismi massonici stranieri, di valutare i rapporti di forza esistenti tra le comunità estere operanti sul territorio e soprattutto tra alcuni stati europei impegnati in una politica coloniale che spesso li mise in concorrenza tra loro. Questo libro rappresenta non solo un importante contributo alla conoscenza della massoneria nel Mediterraneo, ma consente al lettore di avere una sguardo più complessivo sul ruolo avuto da alcune nazioni europee, tramite l’emigrazione politica e quella economica, sull’evoluzione politica, sociale ed economica e su come le logge abbiano ricoperto un ruolo determinante nel processo di modernizzazione dei paesi presi in esame.

(dalla Prefazione di Marco Novarino)

 

  Emanuela Locci è nata a Ballao nel 1974. Laureata in Scienze Politiche, Dottore di Ricerca presso il Dipartimento Storico Politico Internazionale della Facoltà di Scienze Politiche, attualmente collabora con il Centro Studi Al Mutawassit, Il Mediterraneo, di Cagliari. La sua ricerca si focalizza sulla storia dell’istituzione massonica nell’Impero Ottomano e nell’area del Mediterraneo. È autrice di diversi articoli e del volume Il cammino di Hiram. La massoneria nell’Impero Ottomano, Bastogi Editrice Italiana, Foggia, 2013.