libro


 

 

Apostoli.jpg

RODOLFO APOSTOLI

IL MULINO DELL’ORA

 

COLLANA: Percorsi Narrativi

F.to 16x23, pp. 248, Euro 18,00
(Ed. 04/2017) Cod. ISBN 978-88-94894-01-1

 

IL TESTO E L’AUTORE

  La seconda metà del 1500 è un periodo di grandi avvenimenti storici. Si accavallano lotte fra cristiani e mussulmani che culminano nella epica battaglia di Lepanto. La persecuzione contro eretici e streghe accende roghi di morte ovunque. Venezia e Milano sono in perenne lotta fra loro e la Serenissima mal sopporta l'ingerenza del cardinale Borromeo nelle terre soggette alla repubblica. In una valle a poca distanza da Brescia, antica via di passaggio di mercanti e soldati, si ritrovano, fuggiti da un destino che li perseguita Lucia, sguattera cacciata dalla nobile famiglia presso cui presta servizio e Jacopo, galeotto Buonavoglia che vuole sottrarsi alle angherie di un aristocratico veneziano. Nel monastero della SS. Trinità, posto sopra  un promontorio di questa valle, giunge a mettere ordine padre Benedetto, inviato da Carlo Borromeo. Alleati fra loro, Lucia, Jacopo e padre Benedetto affrontano una impari lotta contro la peste. Luogo di riferimento per tutti è il “Mulino dell'Ora” e la taverna del “Gambero Verde”. Qui si ritrovano per difendersi dalle angherie di giovani scapestrati e prepotenti rampolli delle nobili famiglie di Brescia, dalle vessazioni dei soldati della Serenissima e soprattutto dalla peste. Le storie d'amore che nascono fra i vari protagonisti danno senso ad una vita che diversamente sarebbe solo carica di sofferenze e sacrifici. L'incrocio tra macro e micro storia rende vibrante e reale la narrazione dei fatti per la loro ambientazione.

 

  RODOLFO APOSTOLI è nato nel 1946. Ha seguito gli studi presso i Salesiani e ottenuto la maturità magistrale a Ferrara. Laureato in Pedagogia presso l'Università Cattolica di Brescia. Esperto in problemi giovanili, di integrazione e di organizzazione di comunità, è stato Dirigente scolastico dal 1986 al 2006. Dal 1974 al 1986 ha collaborato come consulente pedagogico e direttore di  comunità educative con numerose società ed enti pubblici e negli stessi anni è stato istruttore CEMEA (Centri Esercitazione Metodi Educazione Attiva) con competenza pedagogica sui modelli organizzativi. Negli ultimi anni come dirigente scolastico ha lavorato soprattutto per l'inserimento degli alunni stranieri nella scuola sperimentando e realizzando modelli basati sul principio dell'inclusività.

 Ha pubblicato: Giovani e tempo libero in Giovani e Città , percorsi giovanili a rischio (Brescia 1984); Giovani e Gruppi in Giovani e Città, percorsi giovanili a rischio (Brescia 1984); Il Vissuto esperienziale nella scuola dell'obbligo in Navigazione in una classe d'età 1984 (Brescia1998); L'organizzazione della sc. dell'infanzia in Ascanio, ma non solo  (Brescia 1997); Gioco, giocattoli, giocare. A che gioco giochiamo? (a cura di) Ed. Junior BG. 2000; Giocare e documentare nella scuola dell'infanzia, Ed. Junior BG. 2001; Scuola ed ente locale in Il Fenomeno migratorio dall'emergenza alla convivenza (Cogeme 2006); Integrazione a scuola: una sfida per l'organizzazione e la didattica in Territorio, popolazione e scuola (Cogeme 2007); Linee guida per un TFR da fare In “Alla prova dell'inatteso - Scuola e crisi educativa” di Paolo Perticari - Armando editore Roma 2012.

EVENTI

 bullet1  Presentazione del 27/05/2017 - Botticino

 bullet1  Presentazione del 28/06/2017 - Chiari

 

RECENSIONI

bullet1  Giornale di Brescia - edizione del 23/07/2017